Eurolega 2020/21, presentazione squadre (Parte 3)

Seconda metà e 3° giro di presentazione delle squadre della stagione Eurolega 2020/21. Dalla A di Asvel, fino alla Z Zizic.

Scritto da Riccardo Corsolini  | 

Seconda metà e 3° giro di presentazione delle squadre della stagione Eurolega 2020/21. Dalla A di Asvel, fino alla Z Zizic.

ASVEL VILLEURBANNE

ALLENATORE: T.J. Parker
CONFERME: Amine Noua (FRA;AG); Charles Kahudi (FRA;AG); Ismael Bako (BEL;C); David Lighty (USA;G/AP); Matthew Strazel (FRA;G).
NUOVI ARRIVI: Norris Cole (USA;P); Allerik Freeman (USA;G); William Howard (FRA; AP); Moustapha Fall (FRA;C) Kevarrius Hayes (USA;C); Matthew Marsh (ENG;C); Guerschon Yabusele (FRA; AP); Paul Lacombe (FRA;G).
POSSIBILE QUINTETTO: Cole, Freeman, Howard, Yabusele, Fall.

COMMENTO: Rivoluzione a tutti i livelli in casa Asvel. A partire dalla panchina, dove il Presidente Tony ha cacciato l’ormai ex allenatore Mitrovic, nonostante i buoni risultati della scorsa stagione, per metterci l’assistente nonché fratello TJ, alla prima vera esperienza come capo allenatore. 
Persi 2 tra i migliori della scorsa stagione, Jean-Charles (Oly) e Jekiri (Baskonia) e il giovane Maledon in lizza al Draft, in arrivo una batteria di centri completamente nuova, tra cui una conoscenza del campionato italiano, l’ex Cantù Kevarrius Hayes. Altro nome da vetrina, il bicampione NBA ed ex Avellino, Norris Cole dal Monaco, insieme a Yabusele, ex Boston Celtics. 
I grossi cambiamenti non si sa dove porteranno e TJ Parker alla prima vera esperienza, sarà una incognita. L’ASVEL è già stato una rivelazione dell’Euroleague 19/20, ma non crediamo sia pronto a ripetersi. La squadra se non è peggiorata, è rimasta dello stesso livello e cacciare Mitrovic si rivelerà un’arma a doppio taglio.

OBIETTIVO: non sfigurare e finire tra le prime 10 in quella che, licenze permettendo, dovrebbe essere l’ultima in Eurolega. Non è da prime 8.

MACCABI TEL AVIV

ALLENATORE: Giannฤซs Sfairopoulos
CONFERME: Scottie Wilbekin (USA;P); Angelo Caloiaro (USA;AG); Othello Hunter (USA;C) Tyler Dorsey (GRE;G) John Di Bartolomeo (ISR;G) Elijah Bryant (USA;G/AP) Yovel Zoosman (POL; AP) Sandy Cohen III (USA;G/AP) Yonatan Atias (ISR;C) Dori Sahar (ISR;G/AP); Omri Casspi (ISR;AG)
NUOVI ARRIVI: Chris Jones (USA;P); Oz Blayer (ISR;AG) Eidan Alber (ISR;G) Ante Zizic (CRO;C).
POSSIBILE QUINTETTO: Wilbekin, Dorsey, Zoosman, Casspi, Zizic.

COMMENTO: inizio di mercato deludente per i gialloblu, in cui i principali obiettivi venivano soffiati sul finale, su tutti Lorenzo Brown andato al Fenerbahçe. Poi, sgambetto mica da ridere al Real Madrid, già avviato con la trattativa. Arriva il colpo Ante Zizic, permettendo cosi ad Hunter di partire dalla panchina e facendo un upgrade clamoroso rispetto l’anno scorso nel reparto lunghi.
Proprio Wolters ha lasciato un “buco” per cui l’erede designato era appunto Lonzo Brown. Dunque la scelta è ricaduta su Cris Jones, reduce da un’ottima annata al Bursaspor. Avdija ha lasciato per l’NBA, mentre Reynolds, Black e Stoudemire hanno snellito il reparto lunghi.
Aver confermato lo zoccolo duro darà sicuramente i suoi risultati. Molto passerà dalle condizioni fisiche di Casspi, anche se Sfairopoulos ha già dimostrato di saperne gestire l’assenza.

OBIETTIVO: continuerà ad essere un cliente scomodo e continuerà a finire tra le prime 6. Molte squadre ad aver deluso l’anno scorso si sono attrezzate, ma gli ingranaggi collaudati del Maccabi non smetteranno di girare.

OLYMPIACOS PIRAEUS

ALLENATORE: Giorgos Bartzokas
CONFERMATI: Octavius Ellis (USA;C); Shaquielle McKissic (USA;AP); Vassilis Spanoulis (GRE;G) Georgios Printezis (GRE;AG); Aleksandar Vezenkov (CIP;AG); Kostas Papanikolau (GRE;AP); Aleksej Pokusewski (SRB;AG); Antonis Koniaris (GRE;G).
NUOVI ARRIVI: Hassan Martin (USA;C); Livio Jean Charles (FRA;AG); Giannoulis Larentzakis (GRE;G); Kostas Sloukas (GRE;P) Charles Jenkins (USA;G).
POSSIBILE QUINTETTO: Sloukas, Harrison, Papanikolau, Printezis, Martin.

COMMENTO: l’estate dei biancorossi è iniziata con la partenza, già annunciata, di Nikola Milutinov direzione CSKA. Perso il migliore giocatore della squadra, lo staff di Bartzokas non è stato di certo a guardare. 

Dal Buducnost è arrivata subito la firma di Hassan Martin, centro mobile ed atletico, rookie in Eurolega. Nel reparto esterni sono arrivati invece Aron Harrison, ex NBA, esploso del tutto con il Galatasaray e Charles Jenkins dalla Stella Rossa. Altro buon colpo è stato Livio Jean Charles, dopo un’ottima stagione all’Asvel, come backup di Printezis. 
Ad appassionare ed accendere di più i fans dell’Oly però, è stato il ritorno all’ovile di Kostas Sloukas, che insieme ai di nuovo compagni Papanikolau, Printezis e Spanoulis, ha vinto (2012-2013) l’ultima Eurolega in casa Pireo, dopo una lunga trattativa con il Fenerbahçe
La partenza di Milutinov è stata dolorosa, ma grazie anche ad una buona campagna acquisti e alcune conferme importanti, Bartzokas e i suoi sono pronti a stupire. 

OBIETTIVO: migliorare l’11 posto della scorsa stagione ed entrare nella corsa playoff. Obiettivo alla portata.

PANATHINAIKOS ATENE

ALLENATORE: Georgios Vovoras
CONFERME: Ioannis Papapetrou (GRE;AP) Ben Bentil (USA;AG) Nikos Persidis (GRE;AP) Giorgos Papagiannis (GRE;C); Kostantinos Mitoglou (AG); Giorgos Kalaitzakis (GRE;Prientro dal prestito)
NUOVI ARRIVI: Zach Auguste (USA;AG/C); Marcus Foster (USA;G); Pierre Jackson (USA;P) Leonidas Kaselakis (GRE;AP); Leuteris Bochoridis (GRE;P); Nemanja Nedovic (SRB;G) Howard Sant-Roos (CUB;AP) Aaron White (USA;AG).
POSSIBILE QUINTETTO: Bochoridis, Foster, Papapetrou, Mitoglou, Auguste.

COMMENTO: mancava solo che cambiassero l’OAKA. Dopo la fumantina estate, dove il protagonista è stato l’ormai ex presidente Giannakopoulos, parlare di cambiamenti al Pana sarebbe a dir poco riduttivo. 
Roster stravolto, ad oggi sono più i partiti degli arrivati e cambio in panchina. Via Pitino durante il lockdown e promosso ilvice Vovoras. 
Ridimensionamento totale e possibile sorpasso da parte dei rivali dell’Olympiakos, come non succedeva da qualche anno. Del blocco “storico” ne sono rimasti 3: i 2 “Papa” e Mitoglou.
La partenza ad aver fatto più rumore è senza dubbio quella di Calathes, direzione Barcellona, mentre notizia di 2 giorni fa, anche Fredette ha lasciato i Greens per andare in Cina. 
I nomi arrivati non sono altisonanti, se non per i due ex Milano Nedovic e White. Il giocatore più interessante è sicuramente Howard Sant Roos, ex CSKA, però continua ad esser limitato da problemi fisici. Speranza del Pana, quella di lanciare qualche giovane interessante, come se i ruoli tra Atene e Pireo si siano invertiti. 

OBIETTIVO: senza il leader della scorsa stagione sarà dura. Ci si aspetta una stagione da medio-bassa classifica, ma il Pana può sempre tirare fuori il coniglio dal cilindro.

 


๐Ÿ’ฌ Commenti