LBA 20/21 (17^ Giornata): Sassari doma Trieste, Venezia 4 consecutive!

Brescia espugna la Segafredo Arena, Venezia supera Cremona in volata, mentre Sassari sbanca Trieste mentre Milano la spunta a Treviso. Pesaro facile

Scritto da Valentino Aggio  | 

Ciamillo-Castoria

Brescia espugna la Segafredo Arena, Venezia supera Cremona in volata, mentre Sassari sbanca Trieste mentre Milano la spunta a Treviso. Pesaro facile

LBA 17^ GIORNATA

Pallacanestro Reggiana-Aquila Trento 83-74

Torna alla vittoria Reggio Emilia dopo la brutta sconfitta della scorsa settimana rimediata a Milano. I padroni di casa, guidati da Frank Elegar riescono ad arginare Trento. La partita è stata guidata dai padroni di casa fin dal primo quarto, che con un parziale di 28-18 nel terzo periodo hanno affondato ogni speranza di vittoria per i trentini. Filippo Baldi Rossi segna 16 punti, conditi da 5 rimbalzi ed un assist, mentre Elegar segna 11 punti, con 8 rimbalzi, 3 stoppate e due recuperi, che gli valgono 25 di valutazione. Per gli sconfitti due ottime partite di Luke Maye e JaCorey Williams: il primo segna 16 punti con 9 rimbalzi, guidando il timido rientro della propria squadra nell'ultimo periodo. Il secondo mette a referto 20 punti e 8 rimbalzi.

Virtus Bologna-Pallacanestro Brescia 89-90

Colpaccio per Brescia in casa della Virtus Bologna: i ragazzi di coach Buscaglia giocano una partita ai limiti della perfezione. Giordano Bortolani guida i compagni con il massimo in carriera di 23 punti, ma è il veterano David Moss a mettere a segno il canestro della vittoria a 3" dopo una persas di Teodosic. Dopo un primo tempo goffo, i due fari della Virtus Milos Teodosic (17-1-8) e Marco Belinelli (23-4 rimbalzi) guidano la rimonta dei padroni di casa, arrivando in vantaggio di sei punti all'inizio dell'ultimo quarto. Prestazione opaca di Julian Gamble, che mette a segno solo 10 punti dopo i 25 inflitti a Cantù settimana scorsa. Nell'ultimo possesso a disposizione per vincere la partita, proprio Teodosic, protagonista della rimonta, perde palla, concedendo così la vittoria ai lombardi. Per Brescia da segnalare l'ottima prestazione di Dušan Ristiฤ‡, autore di 21 punti, conditi da 6 rimbalzi ed una stoppata. 

Basket Treviso - Olimpia Milano 77-82

L'Olimpia Milano sbanca con gran fatica Treviso grazie al solito Zach LeDay da 24 punti (9/9 dal campo), per la De'Longhi finale amaro. Partita tirata dall'inizio alla fine tanto da avere un finale in volata sul 77-78 Olimpia. LeDay segna un canestro molto difficile in reverse per il +3 (77-80), Milano non riesce a sferrare il colpo del KO e allo stesso tempo Treviso manca molte occasione per impattare come la tripla mancata da Chillo a 60" ed il falli in attacco di Delaney a 38". Per Milano però arriva la grazia di Chillo che nuovamente, questa volta con un tiro meglio costruito, manca la bomba del pareggio! Rodriguez dalla lunetta chiuderà i conti.

VL Pesaro-Pallacanestro Cantù 107-83

Una grande gara di Pesaro dominata dal secondo quarto, arriva quindi a quota 16, pessima invece la prestazione canturina specialmente in fase difensiva
Nel primo quarto iniziano bene entrambe le squadre, segnano e sbagliano poco, dopo 10’ sono 26-20. Nel secondo quarto si accende Pesaro grazie a Drell (17 punti) e Cain (19 punti) che spingono avanti la squadra di 15 lunghezze (53-38). Un terzo quarto quasi perfetto dei biancorossi che danno la zampata finale alla partita, con una grande difesa (14 punti subiti) e un ottima fase offensiva, dopo 30’ sono 82-52. Nell’ultimo quarto si arrende Cantù che non trova soluzioni offensive e prende l’imbarcata da Pesaro.

Reyer Venezia-Vanoli Cremona 88-84

Primo quarto che inizia con qualche difficoltà per entrambe le squadre, Venezia che tira molto ma segna poco e cremona mette la partita sul piano difensivo, dopo 10’ siamo 16-18. Nel secondo quarto prova a scappare Cremona con Hommes autore di 16 punti, Watt però non ci sta e continua a segnare, primo tempo 36-44. Terzo quarto dominato nell’area piccola da Venezia che torna in partita e si porta a -5 (62-67), continua ancora dall'altra parte a macinare assist poeta che tiene in vita i suoi. Ultimo quarto in volata, dove vediamo TJ. Williams realizzare i suoi primi punti della partita nel momento più importante, segnando 5 punti consecutivi. A 1 minuto dalla fine è la tripla di Stone che porta i veneti a + 2 (85-83), che diventa + 1 con il tiro libero segnato da Williams, Cremona ha l'ultimo tiro sul -2 (86-84) a 14' ma Peppe Poeta mancherà la tripla della potenziale vittoria.

Pallacanestro Trieste - Dinamo Sassari 82-103
Sassari vince contro una mai doma Trieste guidata da un Marco Spissu da record (28 career-high-6-4) e dai tanti punti arrivati dalla panchina, Trieste lotta e non demorde ma la difesa crolla.
Sassari parte forte e ne mette subito 11 bruciando in partenza i triestini, Spissu guida l'attacco sardo con 12 punti messi a segno nel solo primo quarto, poi però Trieste si ricorda di avere una partita da giocare e con un buon movimento di palla riesce a ricucire il margine con un parziale di 15-5 esaltata dalla difesa di Tommaso Laquintana (11-2-4) e dal caldissimo Davide Alviti (17-6-1), all'intervallo il tabellone dice 46-55.
Nella ripresa i ritmi sono ancora alti e le due squadre continuano a segnare tanto, ma Sassari non molla e allunga sul +17 ancora a ritmo di bombe (11/22), poi nell'ultimo periodo si ricicla il dominio della Dinamo che, però, dopo aver trovato il +19, subisce la reazione di una Trieste che, nonostante sia il terzo peggior attacco del campionato, continua a trovare ottime percentuali nella metacampo offensiva (7/15 da 3 e 22/47) riuscendo così a toccare il -9.
Alla fine però Sassari mette altre due triple filate, prima con Miro Bilan (20-8-2) e poi con Spissu, che chiudono definitivamente una partita spumeggiante e aperta fino a pochi minuti dalla fine.

 


๐Ÿ’ฌ Commenti