LBA 2020/2021, Promossi & Bocciati (4^ giornata)

Andiamo a vedere i promossi e i bocciati della 4^giornata di campionato tra prestazioni decisive, rivincite e flop di squadra.

Scritto da Filippo Albanelli  | 

Andiamo a vedere i promossi e i bocciati della 4^giornata di campionato tra prestazioni decisive, rivincite e flop di squadra.

PROMOSSI

D'Angelo Harrison (Happy Casa Brindisi)
La Guardia della Happy Casa Brindisi ha dominato contro Treviso chiudendo con 27 punti nel successo in rimonta dei suoi; triple, palleggio arresto e tiro dalla media, giochi da 3 punti, tutto il repertorio dell'ex Hapoel è stato messo in scena con Treviso a conferma della sua indole realizzativa, se Brindisi cercava un erede di Banks lo ha trovato...e forse anche meglio!

STAT: 4/6 da due, 4/7 da 3, 7/7 dalla lunetta, 4 rimbalzi e 4 assist in 27 minuti.

Filippo Baldi Rossi (Pall.Reggiana)
Contro il suo passato l’ala azzurra sfodera la sua miglior prestazione stagionale chiudendo la gara con 18 punti in 27 minuti; è lui che dopo un brutto primo quarto della sua squadra, riesce a far ritornare sulla buona strada i suoi compagni grazie a qualche ottima giocata offensiva e alcune buone giocate difensive

STAT: 5/8 da due, 1/2 da tre, 5/5 dalla lunetta, 7 rimbalzi, 2 assist e due recuperi per una valutazione totale di 25.

Marco Spissu (Dinamo Sassari)
Un'altra grande prova di Spissu che completa la rimonta grazie ad un sontuoso quarto periodo e alla sua solita solidità offensiva; Sassari nel 4° periodo rimonta dal -8 e nel finale in volata c'è lo zampino del playmaker sardo, gelido dalla lunetta e lesto in difesa, l'intercetto su Aradori che porterà al fallo anti-sportivo di Whiters è la gioicata che cambia la partita

STAT: 4/6 da due, 2/4 da tre, 8/8 dalla lunetta, 3 rimbalzi e 7 assist in 32 minuti giocati.

BOCCIATI

Virtus Bologna
Un'altra sconfitta pesante per i ragazzi di coach Djordjevic, dopo la sconfitta contro cremona arriva anche quella contro Reggio emilia, 2 squadre che sulla carta hanno un roster meno forte e una panchina meno lunga. Virtus che sembra poco unita e che cerca soluzione offensive individuali e non di squadra come era capace di fare l’anno scorso grazie anche alle magate di Teodosic.
La Segafredo si dimostra ancora una volta “Teodosic-dipendente”, e come si è visto ieri, quando il mago non gioca bene e forza troppo, le Vu-nere non riescono a giocare come potrebbe fare.
Fino a questo inizio campionato sono molte le incognite in casa Virtus, a partite da Abass fino ad arrivare a Markovic e Adams.

Ariel Filloy (VL Pesaro)
Nella brutta partita di Pesaro contro la Dolomiti Energia Trento il Play non riesce mai a incidere veramente sulla gara, troppi pochi i suoi 3 punti in 29 minuti. Ci si aspetta di più da uno con la sua esperienza e tenacia.

STAT: 0/1 da due, 1/6 da tre, 5 rimbalzi, 3 assist.

Juan Manuel Fernandez (Trieste)
Lo spagnolo chiude con 0 punti in 21', mai in partita, s'impegna, piazza anche 5 assist ma al tiro non è serata ed è stato un peccato perché doppo il brutto avvio Trieste stava risalendo bene, il suo contributo sarebbe servito e non poco.

STAT: 0/3 da due, 0/6 da tre, 2 rimbalzi e 5 assist, quindi oscena prestazione realizzativa(0%).


💬 Commenti