LBA 2020/21: Promossi & Bocciati (8^ Giornata)

Andiamo a vedere i promossi e i bocciati della 8^ giornata di campionato tra grandi prestazioni individuali e di squadra.

Scritto da Filippo Albanelli  | 

Andiamo a vedere i promossi e i bocciati della 8^ giornata di campionato tra grandi prestazioni individuali e di squadra.

PROMOSSI

Riccardo Visconti (Happy Casa Brindisi)
Per l’azzurro 22enne, quella terminata ieri potrebbe essere stata una settimana decisiva a livello di fiducia di numeri. Dopo i 20 punti in Champions League contro il Darussafaka, l’esterno italiano si è ripetuto in campionato con una gara da 10 punti (career-high in Serie A) in 12 minuti. Con grande personalità, fantasia e visione di gioco, ha sviluppato anche la capacità di sfruttare decisamente bene lo spazio a sua disposizione: Riccardo Visconti è l’emblema del momento magico di una Happy Casa Brindisi che non è più una sorpresa, ma una certezza.
STAT: 10 punti, 3 rimbalzi e 2 assist con 0/1 dalla lunetta, 2/4 da due, 2/3 da tre

Kelvin Martin (Aquila Trento)
Non è mai stato un fenomeno in termine di punti messi a referto, ma contro Brescia ne segna 19 in 34 minuti. Sicuramente non una prestazione da urlo, ma tra le pochissime partite giocate in questa giornata la sua spicca per positività. Molto importanti i 10 rimbalzi catturati.
STAT: 19 punti, 10 rimbalzi con 5/6 dai liberi, 7/10 da due e 0/1 dai 6,75"

Sergio Rodriguez (Olimpia Milano)
Dicasi 8 su 10 al tiro da 3. Basta questo per definire come al top di giornata Sergio Rodriguez. Le otto triple realizzate ieri eguagliano il record societario dell’Olimpia Milano. Se Milano tiene Cantù nel primo tempo e scappa nel secondo lo deve soprattutto alla grande serata del Chacho sempre più leader.
STAT: 24 punti, 6 assist con 0/2 da due punti e 8/10 da tre

BOCCIATI

Dario Hunt (Virtus Roma)
Puoi avere anche tutte le motivazioni valide di questo mondo, ma lasciare una squadra già in difficoltà il giorno della partita senza presentarti non è comportarsi da professionisti.Da un professionista abbiamo il dovere di aspettarci di più. Siamo delusi.

Kenny Cherry (Pallacanestro Brescia)
Nella sconfitta casalinga di Brescia contro Trento abbiamo individuato la prova negativa di Chery. Il play non illumina mai il gioco, senza esaltare neanche se stesso: 5 punti in 29 minuti giocati, con il 20% da 3.

Eimantas Benzdius (Dinamo Sassari)
Crolla drasticamente la sua media punti stagionale, fino all’altro ieri era tra le migliori del campionato, con una prestazione molto negativa da 1 punto in 30 minuti, frutto di nessun canestro da 3 su 5 tentativi. Se Sassari resta sempre a rincorrere Brindisi lo deve soprattutto alla giornata no di uno dei suoi cannonieri principali.


💬 Commenti